La missione e la prospettiva della scuola

Vogliamo rendere la scuola moderna, al passo con i tempi e ricca di contenuti. Durante l’anno scolastico svolgeremo tutta una serie di compiti che verranno accennati nel nostro programma di lavoro, per poi determinare il contenuto ed il loro significato.

Nell’anno scolastico 2016/2017 saranno prese in considerazione le seguenti linee guida:

  • La massima attenzione sarà dedicata ad una formazione di qualità.
  • Siamo intenzionati a potenziare l’autonomia e la professionalità dei docenti con una formazione professionale permanente di tutti gli insegnanti, in particolare nel campo delle nuove competenze necessarie per la scuola elementare nella durata di nove anni.
  • Oltre alle conoscenze e alle competenze di qualità cercheremo di dare agli alunni anche una buona educazione. Pertanto i capiclasse e le consulenti scolastiche presteranno una particolare attenzione ai contenuti delle comunità di classe.
  • Durante il processo d’insegnamento i docenti faranno uso delle forme attive di lavoro il che garantirà agli alunni oltre ad un ampia gamma di dati, anche la capacità di saper applicare le conoscenze acquisite, tenendo bene in considerazione l’importanza di una formazione permanente.
  • La tutela della lingua slovena sarà una priorità di tutti.
  • Nella pianificazione del lavoro il docente godrà dell’assoluta autonomia professionale. Di conseguenza, la libera scelta di contenuti e di metodi di lavoro faranno aumentare il livello di responsabilità legato al raggiungimento degli obiettivi di apprendimento.
  • Ai genitori verrà fornita la possibilità di una comunicazione moderna e aperta, mirata alla collaborazione nella creazione di interessi comuni concernenti il piano di lavoro dell’istituto.

Le prospettive della Scuola elementare Capodistria

Perseguire l’eccellenza, avere una mentalità aperta, libera da preconcetti, essere innovativi, creativi e anche imprenditori in questo moderno istituto di istruzione primaria.

Aspiriamo ad una scuola:

  • che possa fornire gli alunni di un sapere in grado di ottenere risultati comparabili con quelli dei coetanei nel nostro paese e nei paesi dell’Unione Europea;
  • che consenta agli alunni di sviluppare le proprie aree di interesse, e di raggiungere i risultati in linea con le loro capacità in tutte le materie di insegnamento;
  • che munisca gli alunni dell’abilità di saper usufruire di tutte le conoscenze nonché di avere la capacità di adeguarsi alle ardue pretese imposte dall’Unione Europea;
  • più interessante ed accogliente per merito dei metodi attivi d’apprendimento, dell’ordine e del coinvolgimento delle nuove tecnologie nell’insegnamento;
  • che miri alla professionalità, allo sviluppo e ad una comunicazione aperta.

Bisogna attenersi agli obiettivi previsti dalle prospettive stabilite tramite le tre sfere:

  • la politica nazionale dell’istruzione,
  • la politica della cittadinanza nel suo complesso e quella interna della scuola stessa,
  • gli obiettivi della direzione della scuola nel gestire il management a scuola.

La politica nazionale di istruzione è determinata dai seguenti obiettivi:

  • garantire ad ogni studente uno sviluppo pedagogico ben organizzato e moderno, di più alta qualità;
  • incentivare e motivare i docenti e gli studenti a partecipare ai progetti nazionali ed internazionali nel settore dell’istruzione e della formazione;
  • rispettare i contenuti degli emendamenti delle norme statali ZOŠ, ZOFVI e ZUJF del 2012;
  • provvedere ad una continua formazione di qualità dei docenti e dell’intero personale della scuola, per stare al passo sia con le novità nel settore dell’educazione di base novennale, sia sullo sviluppo delle nuove tecnologie e strategie di apprendimento;
  • sviluppare un clima di lavoro positivo sia didattico che pedagogico;
  • garantire uno status sociale adeguato al personale dell’istituto.

Gli obiettivi che rappresentano la politica comunale, locale e della scuola stessa sono:

  • un programma educativo moderno ed eccellente della Scuola elementare Capodistria;
  • garantire ad ogni singolo alunno un trattamento individualizzato e differenziato durante l’intero processo di formazione;
  • lo sviluppo dei programmi per gli alunni dotati;
  • lo sviluppo dei programmi di lavoro di supporto per gli alunni con necessità particolari e per gli alunni con difficoltà specifiche di apprendimento;
  • l’introduzione delle attività proposte dal Centro di assistenza per bambini, adolescenti e genitori;
  • incoraggiare la motivazione intrinseca negli alunni col supporto di modelli adeguati di insegnamento quali le lezioni interdisciplinari, la didattica dei progetti, il modello diinsegnamento costruttivista, l’apprendimento basato sui problemi;
  • l’introduzione del programma allargato: programma di sport, attività scientifiche, attività di vita in natura e corsi aggiuntivi;
  • l’introduzione di diverse forme di lavoro e progetti basati sulla creatività;
  • garantire la scuola in natura e un programma culturale e scientifico vasto e moderno dal punto di vista organizzativo e professionale;
  • sviluppare e aggiornare le attività di interesse a scuola;
  • assicurare un passaggio graduale degli alunni da un triennio all’altro all’interno della scuola elementare novennale, come anche dalla scuola elementare alla scuola secondaria superiore;
  • l’introduzione dei programmi di prevenzione da droga, violenza, bullismo e vandalismo;
  • preparare gli alunni per la continuazione degli studi, offrire una formazione professionale adeguata e l’integrazione nella società di oggi;
  • l’aggiornamento e l’applicazione delle moderne tecnologie informatiche nelle aule;
  • lo sviluppo di un approccio di lavoro di squadra su tutti i livelli del processo educativo;
  • affrontare in modo sistematico ed efficace la problematica relativa alle risorse umane;
  • garantire un’equa e regolare possibilità nonché il diritto all’avanzamento del personale docente e non, di ruolo, di scatto e di fascia di reddito;
  • l’esercizio dei diritti e il rispetto dei doveri degli alunni, dell’intero personale della scuola e dei genitori:
  • garantire l’impiego razionale di tutti i tipi di energia e sostenere le adeguate condizioni di lavoro nella struttura esistente (riscaldamento, aria condizionata, elettricità);
  • rimodernare l’arredo nelle aule speciali e negli spazi della scuola in generale. Rinnovare le attrezzature scolastiche e i mobili, in particolare per l’insegnamento nel terzo triennio;
  • garantire le migliori condizioni materiali ed economiche per il lavoro possibili;
  • garantire ulteriori aree gioco all’aperto per gli alunni più piccoli;
  • garantire e sistemare aule all’aperto, l’orto scolastico e il giardino botanico con piante mediterranee;
  • assicurare un’integrazione efficace e costruttiva della scuola con la città, il comune e la regione;
  • garantire la sicurezza all’interno della scuola e assicurare la sicurezza stradale nei dintorni della scuola.

Gli obiettivi più rilevanti della direzione della scuola nel gestire il management a scuola in questo periodo sono:

  • Il desiderio di sviluppare uno stile democratico di gestione basato sulla partecipazione, sulla corresponsabilità e sul lavoro di gruppo, in cui tutte le persone coinvolte nel processo educativo abbiano sufficiente spazio per allargare gli interessi e le idee professionali, tanto personali che comuni. Miriamo alla creatività e all’autorealizzazione dei dipendenti, oltre alla possibilità di arrivare al successo, sia individuale sia dell’intero team.
  • Il personale professionale che segue è un elemento importante che contribuisce alla qualità della scuola: le due vicepresidi, la consulenza scolastica, la contabilità, il personale tecnico e amministrativo. Ambiamo a garantire anche in futuro risultati operativi di successo, raggiungibili attraverso la programmazione congiunta, la collaborazione e la co-creazione, con rispetto delle massime dimensioni delle competenze professionali e la responsabilità degli individui nella realizzazione dei compiti specifici.
  • Auspichiamo ad una consona integrazione della scuola finalizzata a soddisfare le esigenze della comunità, del comune di Capodistria, del Comune città di Capodistria e della regione nel suo complesso. Ciò significa condurre al contempo il lavoro pedagogico e la politica di mercato della scuola, in materia di commercializzare gli spazi, il cibo e i già consolidati servizi aggiuntivi, per non dimenticare i diversi programmi (l’educazione, le attività ricreative, l’intrattenimento, lo sport …).
  • Ci impegneremo a coltivare la socievolezza nella collettività, tra gli alunni e tra i genitori, alunni e docenti, dato che si tratta di un componente base per una comunicazione rilassata e per collaborare in modo piacevole.